logo di Freelance Web Designer

Come diventare web designer freelance

Trovare Clienti come Freelance: 10 Consigli da Applicare Subito

Studio programmazione web e design da circa 3 anni e da poco (visto che mi sta per arrivare una figlia) vorrei portare questa passione a lavoro, chiedo a voi come trovare i clienti? Come vi siete fatti conoscere? Qualche dritta e consiglio utile? Premetto che non voglio aprire la Partita Iva senza avere un guadagno sicuro mensile.

Questa è una domanda posta da Alex Durante all’interno del gruppo dei Web Designer Italiani su Facebook (se non ti sei ancora iscritto, ti consiglio di seguirlo e partecipare attivamente). Riccardo Esposito qui su FreelanceWebDesigner.it aveva già offerto diverse dritte per trovare nuovi clienti attraverso un blog.

Ecco 10 consigli pratici che puoi applicare fin da ora per acquisire clienti partendo da zero, prima di partire con la tua Partita Iva o se sei all’inizio della tua carriera.

trovare clienti

1. Non svenderti per guadagnare qualche euro in più (anche se hai una una famiglia da mantenere)

Se punti al ribasso riceverai solo clienti di infima qualità, per sempre, e ti contatteranno solo per ottenere richieste di preventivo da persone che non vorranno pagarti il giusto prezzo per la tua esperienza e per le tue competenze maturate sul campo.

Il tuo obiettivo deve essere quello di ricevere in modo costante e graduale nel tempo clienti sempre più grandi, per evitare di dover ogni volta metterti all’opera per trovare nuovi clienti alla fine di ogni lavoro.

Un’ottimo modo per riuscire ad acquisire nuovi clienti sarebbe quello di collaborare con:

  • agenzie di comunicazione
  • web agency
  • seo agency
  • colleghi freelance (sviluppatori di app, grafici, seo expert, infomarketer).

In questo modo non dovrai più impegnare la gran parte del tuo tempo nel cercare nuove commesse perché saranno i tuoi partner a inviarti i lavori da fare, tu dovrai solo pensare ad offrire il miglior servizio possibile e farti pagare il giusto e non svenderti mai.

Attenzione però a non adagiarti e rilassarti se collabori solo con un unico fornitore. Evita di ricevere la gran parte del tuo fatturato da un’ unica fonte perché se per qualche motivo i rapporti si interrompono, da un giorno all’altro, ti ritroverai con il sedere per terra.

Per evitare di arrivare a questo punto, segui anche questi consigli pratici.

 

2. Focalizzati sul lavoro che sai fare meglio e che ti appassiona

Lavorare come web designer, sviluppatore o grafico non è l’unica cosa di cui ti dovrai occupare da freelance. Questa è solo una parte delle tue mansioni perché dovrai pensare anche a:

  • creare e preparare preventivi
  • preparare le fatture
  • vendere i tuoi prodotti o servizi
  • compilare contratti che tutelino il tuo lavoro
  • stringere collaborazioni
  • partecipare ad eventi e fare networking
  • farti conoscere online sui social
  • promuoverti sul tuo blog
  • scrivere guest post per promuoverti su altri blog della tua nicchia
  • aprire dei tuoi progetti personali
  • etc.

Specializzati su una nicchia ben precisa di persone o aziende che hanno un bisogno specifico da risolvere dove tu eccelli come professionista. Non potrai dedicare il tuo tempo a conoscere tutto, punta sul dimostrare che sei bravo nel risolvere uno specifico problema e diventa l’esperto di quel settore.

Ecco alcuni esempi di nicchie:

Questo non è tutto, un punto importante da non sottovalutare fin dall’inizio è promuoverti nel modo giusto. Ecco come fare.

 

3. Promuovi te stesso e fai capire bene chi sei e di cosa ti occupi

Molti web designer o sviluppatori sono veramente bravi nel loro lavoro ma non riescono ad emergere perché hanno commesso qualche errore. Il mio consiglio è di non promuoverti come web designer tuttofare e non creare l’ennesimo blog di web design che farà difficoltà ad emergere dalla concorrenza.

Non ti sto dicendo di non aprire un blog, ma fallo solo quando hai le idee chiare su come vuoi apparire all’esterno. Fai di tutto per rendere chiaro ai tuoi potenziali clienti di cosa ti occupi e in quale settore sei davvero bravo.

Esempio: offri del materiale gratuito (guide, ebook, video tutorial, audio tutorial, podcast, interviste) da scaricare gratis in cambio di un’email. Il materiale dovrà essere di grande qualità e dovrà aiutare realmente la tua tribù a risolvere un problema specifico.

Ecco alcuni esempi di risorse che puoi far scaricare gratis in base alla nicchia a cui vuoi rivolgerti:

Raccogliere email ha l’obiettivo di instaurare un rapporto di fiducia con la tua tribù. Quando promuovi alla tua lista di iscritti, in modo non spinto e senza esagerare, i prodotti o i servizi che offri, le persone che ti seguiranno saranno ben felici di acquistare ciò che a loro più interessa.

 

4. Partecipa ad eventi del settore o correlati alla tua professione

Stringi mani, distribuisci biglietti da visita, esci dal tuo ufficio anche se sei timido (all’inizio ho fatto un sacco di difficoltà anch’io per la mia timidezza, ma poi i risultati pian piano arrivano e le soddisfazioni superano anche questi ostacoli).

Non per forza gli eventi a cui partecipi devono essere correlati al tuo settore (web design, grafica, programmazione etc.). Ad esempio partecipare ad un evento di web marketing potrebbe aiutarti a conoscere persone che potrebbero avere bisogno di te o con cui potresti stringere collaborazioni o partnership.

A quali eventi partecipare? Ce ne sono parecchi in giro per l’Italia, non è detto che debbano essere tutti gratuiti, investi una parte del tuo fatturato annuale in formazione e partecipa ad eventi o corsi correlati a WordPress, alla SEO, al Web Marketing e ai Barcamp che trovi vicino o lontano da dove abiti.

Dove puoi trovare questi eventi gratuiti e a pagamento? Segui i gruppi dedicati ai web designer sui social e cerca gli eventi più vicini alla tua professione o alla tua zona su EventBrite.

Un barcamp praticamente gratuito (costa poche decine di euro per un evento della durata di 2-3 giorni) che ti consiglio è il FreelanceCamp, io ci vado ogni anno e ho intervistato anche parecchi esperti freelance che hanno offerto la loro esperienza sul campo.

Quando stringi alleanze, collaborazioni o quando le aziende o i freelance che hanno bisogno delle tue competenze atterrano sul tuo sito, cosa devi mostrare in modo chiaro e ben visibile? Metti ben in vista sul tuo sito tutti i metodi per contattarti, e l’elenco dei tuoi migliori lavori. Qui sotto trovi qualche dritta su come fare un buon portfolio.

 

5. Crea il tuo sito portfolio

Una volta chiarita la tribù che ha un’esigenza specifica a cui vuoi rivolgerti, crea dei progetti legati alla tua professione. Ad esempio: se vuoi emergere come esperto freelance di ecommerce in magento, mostra nel tuo portfolio i migliori siti realizzati con questo CMS.

 

 

Ma se ancora non hai raccolto un numero minimo di clienti cosa inserisci nel tuo portfolio? Ti rispondo qui sotto.

 

6. Lavora gratis

Molti colleghi ti diranno di non lavorare mai gratis, ma invece io ti consiglio di fare il contrario. Quali vantaggi avrai nell’offrire le tue competenze senza chiedere nulla in cambio? Lavorare gratis ti permetterà di aumentare la fiducia di chi non ti conosceva prima.

Attenzione: questo non significa lavorare a vita gratis per amici o parenti, ma cerca di avere 5/10 lavori per dimostrare cosa sai fare nel tuo specifico settore.

Ecco come agire in 4 step:

  1. Seleziona un’azienda o un’agenzia con cui vuoi collaborare
  2. Contatta il capo dell’agenzia o un suo dipendente online tramite il sito istituzionale o tramite Linkedin o Facebook
  3. Chiedi di realizzare un sito gratuitamente
  4. Segui lo stesso percorso dal punto 1 al punto 3, e seleziona altri freelance, agenzie o aziende con cui ti piacerebbe collaborare.

 

Questo processo di acquisizione di nuovi contatti, ti aiuterà ad aumentare le conoscenze adatte per capire anche:

  • come si lavora in team e quali strumenti usare per collaborare in remoto
  • come si gestisce un cliente
  • come si rispettano le scadenze
  • come preparare un contratto e tutelarsi
  • come risolvere problemi tecnici
  • etc.

Le nuove competenze acquisite, ti permetteranno di chiedere un prezzo più alto quando riceverai i primi veri clienti. Inoltre, se hai lavorato bene, l’agenzia con cui hai collaborato si fiderà più di te e inizierà a passarti lavori a pagamento. I vantaggi di lavorare gratis sono talmente tanti che consiglio questa strategia anche ai web designer freelance che hanno anni di esperienza alle spalle.

 

 

7. Ottieni testimonianze dai clienti che hai aiutato

Se gli hai realizzato il sito o l’applicazione in modo gratuito ad un’agenzia o ad un collega freelance, nessuno si potrà rifiutare di darti un feedback positivo sui vantaggi ottenuti grazie al tuo lavoro.

Metti bene in evidenza nel tuo sito portfolio le testimonianze migliori, che dovranno essere reali e non falsificate. Meglio se aggiungi dei dati pubblici di questi testimoni, in modo tale che gli scettici possano contattarli direttamente, per sapere se la testimonianza è vero o falsa.

Per aumentare ancora di più la forza delle testimonianze, aggiungi una foto della persona che hai aiutato, preferibilmente sorridente e a mezzo busto.

 

ESEMPIO DI PAGINA CON TESTIMONIANZE REALI

 

8. Scegli un buon commercialista

Questo è stato un consiglio che non ho seguito all’inizio della mia attività, e non mi ha portato nessun beneficio. L’importante è imparare a non commettere di nuovo gli stessi errori.

Non puntare a scegliere un commercialista solo valutando il prezzo più basso, ma poni molto l’attenzione sulle sue competenze. Verifica se ha già altri web designer o sviluppatori freelance come clienti.

Esempio: al mio commercialista ho dovuto spiegare che cos’era Google Adsense, non sapeva cosa fosse paypal, e non riusciva a capire in che posizione fiscale dovesse inserirmi come web designer, consulente, docente e web marketer freelance.

Non fermarti solo a qualche consiglio ricevuto da qualche amico, gira parecchio e chiedi molti preventivi a diversi studi. Solo dopo un’attenta analisi, scegli il commercialista migliore in base alle tue esigenze precise e al budget che hai a disposizione.

 

9. Aiuta chi ne sa meno di te e dimostra le tue competenze senza chiedere nulla in cambio

Questo è un lavoro duro ma che ti porta risultati sorprendenti. Aiutare chi ha dei dubbi o delle perplessità nel campo in cui tu puoi offrire delle buone dritte, permette di renderti visibile online come esperto in un determinato settore e non ti costa nulla in termini economici. Devi investire il tuo tempo e nient’altro.

Dimostra le tue competenze su gruppi come quello dei web designer italiani, o su altri gruppi simili che discutono di argomenti correlati (web marketing, seo, web usability, programmazione, etc.). Quando vedi qualche domanda a cui tu puoi dare una risposta pratica ed esaustiva, dedica del tempo nel rispondere, non essere superficiale e proponiti sempre in modo umile.

A lungo termine, questo aiuto che darai costantemente su più gruppi (puoi provare anche su LinkedIn), ti permetterà di ricevere visibilità gratuitamente, anche se non sei presente nei primi risultati di ricerca di Google.

Quando qualcuno che segue questi gruppi avrà bisogno di una figura professionale come la tua, e che hai aiutato senza chiedere nulla in cambio, chi pensi contatterà per un preventivo?

Come trovare clienti: dammi la tua migliore dritta

Nel titolo del post ho segnalato che avresti letto 10 consigli, mentre qui ne sono elencati 9. Voglio lasciare a te il decimo suggerimento. Qual è il miglior consiglio che hai applicato e che ti ha portato a trovare clienti come web designer freelance?

A te la palla nei commenti qui sotto.

Mirko D'Isidoro
Web Designer Freelance e Consulente di Web Marketing. Il mio obiettivo è quello di aiutare web designer, grafici e programmatori a diventare imprenditori di se stessi.
  1. Rozafa - Reply

    Articolo interessante che mi fa amare ancora più il percorso che ho deciso di intraprendere! Anche se sono all’inizio, mi si stanno aprendo tante porte 🙂 è difficile, lo vedo ogni giorno, perché bisogna essere sempre aggiornati però ti da anche tante soddisfazioni!!! E secondo me se si fa un lavoro che ci piace lo faremo sempre con passione e non ci stancheremo mai…

  2. Grazie mille per il tuo contributo Rozafa, mi fa piacere che le informazioni raccolte in questo lungo post, che potrebbe essere una guida vera e propria per seguire una strada corretta per diventare web designer freelance e camparci bene trovando nuovi clienti o meglio, facendoci trovare da nuovi clienti grazie ad una buona strategia di brand reputation e focalizzazione della nicchia giusta.

    E’ vero che il percorso non è facile e che lo Stato Italiano certo non aiuta molto anche chi è all’inizio della propria attività da freelance, ma anche guadagnare un solo euro, è una gran soddisfazione perché è sudato e meritato tutto!

    Spero di risentirti nei prossimi post di FreelanceWebDesigner. Grazie per essermi venuto a trovare.

    In bocca al lupo per la tua carriera professionale e continua a fare il tuo lavoro con passione, perché non peserà neanche un giorno di lavoro.

  3. Matteo Russo - Reply

    Ottimo post, complimenti, mi piace!

  4. Grazie mille Matteo per i complimenti, lusingato di esserti stato di aiuto.

  5. Michele Iorio - Reply

    Ritengo i tuoi consigli validi, sono semplici mosse che dovremmo seguire tutti, io ho cominciato da poco e sto solo ora dopo qualche anno cominciando a raccogliere qualche frutto, non arrendetevi e andate avanti!

    • Grazie Michele per aver condiviso con noi il tuo punto di vista. Quali sono secondo te, i migliori consigli per trovare clienti in base alla tua esperienza pratica sul campo?

  6. Marco Doriani - Reply

    Questo articolo è fantastico! Questi consigli sono essenziali per acquisire nuovi clienti. Io lavoro nel campo delle vendite da più di 10 anni e posso dire di ritrovarmi completamente in ogni punto trattato. Se posso permettermi, vorrei consigliarvi un app che, con questi consigli, può rendere la ricerca di nuovi clienti molto più semplice. Si chiama Badger Maps, inserisco una parola chiave e nel mio territorio mi fa vedere tutti i nuovi potenziali clienti, giusto accanto a quelli attuali. Così una volta trovati, posso applicare i consigli in questo blog!

  7. Grazie per il consiglio di questa app Marco.

Lascia un commento

*

Condivisioni